L'angolo dell'Happy Time Borgo Ticino - Una sconfitta "arbitrale"

Happy Time Borgo Ticino 2013-14
Happy Time Borgo Ticino 2013-14

Fare calcio a 5 a Borgo Ticino non è semplice: il bacino di utenza è troppo piccolo per competere con certe realtà. E l'ennesima dimostrazione l'abbiamo avuta nella prima giornata dei playoff. Sul campo del Gem Chimica Tarantasca, l'Happy Time, nonostante le numerose assenze e i soli tre cambi a disposizione, disputa un primo tempo da grande squadra, una squadra sicura dei propri mezzi che con personalità prende in mano il comando del gioco fin dall'inizio contro un'avversaria che ad un minuto dalla fine dell'ultima giornata stava vincendo il campionato. Il miglior attacco della stagione non riesce a rendersi pericoloso per merito di un Happy Time organizzato e concentrato. Al contrario, sono proprio i ticinesi a portarsi più volte vicino al gol, trovando il vantaggio con un gran tiro al volo di Surace su assist di capitan Mete. Ed in un paio di occasioni i ticinesi sfiorano il raddoppio che sarebbe stato sicuramente meritato. Poi ecco la prima invenzione arbitrale: Giordano e Piazza allargano le braccia, entrambi, con palla in possesso a Giordano, ma ovviamente viene punito l'avanti ticinese. Punizione dal limite e gol dei padroni di casa per l'1-1 con cui si va al riposo.

Nella ripresa l'Happy Time scende in campo con la stessa concentrazione e determinazione, ma cade colpevolmente nel "tranello arbitrale" e alla lunga crolla sul piano dei nervi e non riesce più a risalire. Al 12' Merlo, al limite della propria area, stoppa il pallone e viene spinto, cade a terra e finisce col braccio sulla palla. Risultato: punizione diretta per il Gem e di nuovo gol da calcio piazzato: 2-1. Al 15', al limite dell'area del Gem, i ticinesi alzano la pressione, Dotto prova una ripartenza, ma inciampa sul pallone e cade a terra, Surace riparte preparando il contropiede, ma l'arbitro interrompe il gioco e fischia un'assurda punizione per i padroni di casa. Sulla ripartenza seguente Surace si lascia anticipare da Dotto che supera Ficarra con un pallonetto per il 3-1. Entra Nassi come portiere di movimento, ma i ticinesi sciupano un paio di buone occasioni per accorciare le distanze, fino a subire a porta sguarnita altre due reti per il 5-1 finale. Un vero peccato, perché una prestazione di questo tipo meritava un risultato diverso. Ciliegina sulla torta la doppia ammonizione a Surace, reo, a detta degli arbitri, di non aver dato loro la mano durante il saluto-fairplay. Così dovrà saltare la prossima giornata per squalifica. Oltre al danno la beffa.

Ora si fa estremamente difficile la rincorsa alla promozione. Dopo due settimane di sosta per gli impegni della rappresentativa regionale al Torneo delle Regioni in Friuli, l'Happy Time tornerà in campo il 26 aprile in trasferta a Grugliasco contro il Fenalc che ha superato nella prima giornata il Top Five per 8-5. Strada in salita, ma del resto era preventivabile. Ciò che lascia l'amaro in bocca è sapere comunque di non potersi giocare le proprie carte ad armi pari. E sinceramente questo atteggiamento arbitrale nei confronti di una piccola realtà come Borgo Ticino, dopo quattro anni di sacrifici, spese, impegni, ha un po' stancato. E la voglia di continuare in questo mondo, sinceramente, va scemando sempre più.

Happy Time Borgo Ticino: Ficarra, Mete, Surace, Scorza, Merlo. Borsani, Guglielmi, Nassi, Giordano.

Marcatore Happy Time Borgo Ticino: Surace.

Stefano Alessandrini